acquisti costosi calcio età

Fonte immagine: Austin Osuide, via Wikimedia Commons | CC BY 2.0 Generic

Gli acquisti più costosi di sempre, in ordine d’età

Curiosità Slider


35 anni: José Luis Chilavert (Vélez Sarsfield ⇢ Strasbourg)

La particolarità del trasferimento che ha portato una seconda volta Chilavert in Europa per 5,3 milioni di euro è tutta racchiusa nel fatto che la cifra spesa dalla squadra francese di Strasburgo era estremamente elevata per il periodo, novembre 2000, specie se rapportata alla sua età. José Chilavert arrivò nel campionato francese quando ormai era prossimo a sparare gli ultimi colpi della sua cartucciera, riuscendo comunque a segnare il rigore decisivo che ha regalato alla sua squadra la Coppa di Lega nel 2001 e poi a strappare un pass per il Mondiale del 2002. Ha chiuso la sua carriera da autentica leggenda del calcio sudamericano, segnando 62 reti grazie ai suoi calci di punizione velenosi. Il dettaglio da non trascurare, per chi non lo conoscesse, è che era un portiere.

36 anni: Cristiano Ronaldo (Juventus ⇢ Manchester United)

Ronaldo è di fatto l’unico giocatore insieme a Neymar ad essere presente per due volte in questa classifica. Il suo ritorno a Manchester per 15 milioni di euro lo ha spostato più in là nella graduatoria e l’impressione è che non sia ancora finita. Il suo rapporto col nuovo corso dello United targato ten Hag non è partito nel migliore dei modi, e durante il calciomercato estivo il portoghese ha provato in tutti i modi ad andare via. Ronaldo ha già compiuto 37 anni e se la sua cessione da parte dello United dovesse concretizzarsi nelle prossime sessioni di mercato c’è il rischio reale che sia l’unico presente tre volte. Sarebbe, a modo suo, un altro record.

37 anni: Jacques Songo’o (Deportivo La Coruña ⇢ Metz)

Tre volte vincitore della Coppa d’Africa col Camerun, Songo’o è probabilmente il miglior portiere della storia del calcio camerunense. La sua carriera ha visto largamente la Francia come sfondo: Toulon, Le Mans e Metz le sue tre squadre, con quest’ultima che ha fatto da spartiacque tra due esperienze al Deportivo La Coruña, in Spagna, dove ha trascorso gran parte della sua carriera. Il Metz lo acquistò nel 2001 per 6,5 milioni di euro, un’enormità per un giocatore alla soglia dei quarant’anni. Il motivo è presto detto: nonostante la veneranda età, Songo’o nella stagione 1999/2000 era riuscito a conquistare il prestigioso Trofeo Zamora – assegnato al miglior portiere del campionato spagnolo –, un motivo più che sufficiente per puntare ancora su di lui.