Cataldi Lazio

Ancora tu… è proprio bello, lo sai?

Calcio contemporaneo Slider Stagione 2018/2019

Un’emozione fortissima. Una gioia enorme. Il boato dell’Olimpico. Una domenica perfetta. La voglia che sia solo l’inizio. Avanti Lazio: che bello!” è così che scrive Danilo Cataldi, giovane centrocampista della Lazio, dal suo account di Instagram per festeggiare il suo primo goal in questo campionato con la sua squadra alla prima partita da titolare.

Dopo 587 giorni, come aveva ricordato lo stesso ventiquattrenne sui social, Danilo, cresciuto a pane, calcio e Lazio, era tornato a vestire la maglia della compagine capitolina nella gara interna contro il Napoli, persa 2 a 1 dalla Lazio. Nonostante il risultato non positivo della sua squadra, Danilo aveva speso delle bellissime e intense parole per celebrare il momento. Dopo un anno passato nelle fila del Benevento, con il quale aveva segnato la sua ultima marcatura proprio alla Lazio e metà stagione precedente trascorsa a Genova tra i rossoblù, Danilo si dichiara pronto per conquistare, a suon di belle prestazioni, la maglia da titolare nella squadra che l’ha visto crescere e della quale si è irrimediabilmente innamorato.

Ma non è tutto oro quello che luccica. Il fantastico goal siglato ieri dal romano può definirsi come il sigillo di pace tra lui e la tifoseria biancoceleste. Andatosene perché non trovava spazio nella compagine guidata anche allora da Simone Inzaghi, Danilo aveva fatto storcere non poco il naso ai suoi ex tifosi nella gara al Marassi tra Lazio e Genoa, terminata con un pareggio con rete siglata da Goran Pandev, altro ex della gara, che aveva esultato, come sempre, in maniera piuttosto plateale. Ad accompagnarlo in questa esultanza era stato anche il Danilo che i laziali avevano osannato, coccolato e poi lasciato andare perché non ritenuto all’altezza. I suoi vecchi sostenitori avevano poco gradito questo eccesso di esuberanza e non avevano utilizzato delle parole proprio carine per definire il talento della cantera.

 

 

Il primo tentativo di armistizio era già stato firmato ad Auronzo, durante il ritiro estivo della Lazio. Questa prestazione, impreziosita anche da un assist, dichiara finalmente il ‘cessate il fuoco’ e l’inizio di una ritrovata armonia tra giocatore e tifosi. Se durerà non lo sappiamo, ciò che possiamo dirvi è che vederlo giocare, divertirsi, segnare, aiutare la sua squadra è quasi una favola, un lieto fine che ci fa ben sperare per il futuro. Soprattutto per quello di Danilo.