Albiol

Raúl Albiol, leader silenzioso

Quando pensiamo al Napoli di Maurizio Sarri sono tante le immagini che ci vengono in mente: dai gol di Higuaín e Mertens agli stacchi perentori di Koulibaly, passando per la regia di Jorginho e le invenzioni di Hamšík. C’era però un altro giocatore di importanza capitale in quegli schemi, che quasi mai rubava l’occhio ma […]

Continua a leggere
Chiesa

Federico Chiesa, oltre ogni migliore aspettativa

In una stagione rivoluzionaria e di totale ricostruzione per la Juventus, iniziata con un allenatore alla primissima esperienza e senza una vera e propria preparazione per i ritardi dell’annata precedente causati dalla pandemia, Federico Chiesa, nonostante lo scetticismo iniziale di tifosi e non, si è saputo dimostrare all’altezza della realtà bianconera, confermandosi come uno dei […]

Continua a leggere
Capire Dušan Vlahović

Capire Dušan Vlahović

Chi, durante l’ultimo Fiorentina-Milan, lo ha visto addomesticare di suola un pallone teso in piena area, rivolgere le spalle alla porta e toccare la sfera di sinistro per mandare in gol Ribéry, probabilmente se lo è chiesto più di una volta: ma che giocatore è Dušan Vlahović? Sicuramente se lo è chiesto anche chi più […]

Continua a leggere
Locatelli

Manuel Locatelli è diventato grande

Ci sono tanti calciatori che sembrano destinati a compiere grandi imprese, raggiungere e superare traguardi incredibili, magari sempre con lo stesso stemma, lo stesso simbolo cucito sul petto. Calciatori che, inspiegabilmente, si perdono durante la loro scalata – chi non sta ancora aspettando il definitivo salto di qualità di Bojan Krkić o la consacrazione nel […]

Continua a leggere
Luca Gotti

La lezione di Luca Gotti

Lo sport, e in particolare il calcio, è da sempre uno dei ruscelli più limpidi in cui la società possa specchiarsi, probabilmente perché è un fenomeno globale che, in un modo o nell’altro, riesce a unire persone a qualsiasi latitudine, o perché siamo abituati a guardare al pallone come a una grande metafora della vita. […]

Continua a leggere
Mkhitaryan

Henrikh Mkhitaryan, giocare con la testa

Sguardo serio, sorriso sincero, occhi pensierosi, carattere timido. Il tutto contenuto in un fisico né naturalmente straordinario come quello di Ibrahimović né incredibilmente prestante come quello di Cristiano Ronaldo. Non è rapidissimo, ma in pochi riescono a contenerlo; non è appariscente, ma tecnicamente è sempre superlativo; non è un rapace d’area di rigore, ma segna […]

Continua a leggere