Pallone d'Oro

Chi vincerà il Pallone d’Oro 2018?

Calcio contemporaneo Stagione 2018/2019

Si sta avvicinando sempre di più l’evento che assegna il premio calcistico individuale più ambito, il 3 ottobre si terrà infatti a Parigi la 62ª edizione del Pallone d’Oro, premio istituito nel 1955 da France Football e conquistato dai più grandi calciatori di sempre.

Se è vero che fino al 1994 il premio era riservato unicamente ai calciatori europei, causando di fatto l’esclusione dall’albo d’oro di gente come Pelé, Maradona e Garrincha, di solito il premio è sempre andato ai più meritevoli, tranne alcune clamorose eccezioni (come ad esempio Matthias Sammer nel 1996 o Lionel Messi nel 2010).

Ma chi sarà quest’anno il vincitore?

Il 30 ottobre è stata resa nota la lista dei 55 candidati, nella quale spiccano le assenze di Edin Dzeko (trascinatore della Roma fino alla semifinale di Champions League) e di Roberto Firmino, caposaldo del Liverpool delle meraviglie di Jurgen Klopp.

 

 

I principali candidati per la vittoria finale sono cinque calciatori autori di una stagione fenomenale, che andremo adesso ad analizzare nel dettaglio.

Partiamo da quello che per me è il più meritevole. Antoine Griezmann. Il francese ha disputato un’altra stagione ad ottimi livelli, aggiungendo quest’anno anche però dei trofei alle sue prestazioni. Ottimo in Champions nonostante l’eliminazione ai gironi (2 gol, tra cui la splendida semirovesciata alla Roma), 6 in Europa League, dove ha trascinato l’Atletico alla vittoria, grazie anche alla doppietta in finale contro il Marsiglia. Al Mondiale è stato l’uomo in più dei Bleus vincitori assieme a Mbappè, in gol su rigore nella finale contro la Croazia, dove è stato anche eletto man of the match. Sembrano esserci i presupposti per riportare il Pallone d’Oro in Francia, dopo Zidane nel 1998, anche se l’assurda esclusione dal FIFA Best Player of the Year ne limita le chance.

Passiamo poi ad un altro galletto. Kylian Mbappè Lottin, giovane dal futuro assicurato. In gol anche lui contro la Croazia, primo under 20 ad aver segnato in una finale Mondiale dopo Pelé nel 1958. Stagione stratosferica del ragazzo originario del Camerun, che sembra però più indicato a vincere il Pallone d’Oro Raymond Kopa, appena istituito per il miglior giocatore under 21. Di sicuro nel prossimo decennio l’ambito premio finirà nelle mani di Kylian per molte volte.

Parliamo ora però di Luka Modric. Il vero favorito alla vittoria finale. Il croato ha portato la sua Nazionale ad un’impensabile finale mondiale, prima di capitolare sotto i colpi dei francesi. Il piccolo Mozart ha già fatto incetta di premi internazionali, con la vittoria del Pallone d’Oro della rassegna iridata, nel FIFA Best Player of the Year e del UEFA Men’s Player of the Year. Le grandi prestazioni col Real Madrid e con la Croazia, unite anche alla vittoria in Champions League, lo rendono primo candidato alla vittoria del premio.

Si torna poi ad avere un africano tra i favoriti per il titolo. Si tratta in questo caso di Mohamed Salah. L’ex ala di Fiorentina e Roma è sbarcato la scorsa estate a Liverpool sponda Reds ed ha subito illuminato Anfield con le sue perle. Una stagione ai limiti del pensabile, condita dal record di gol in una singola Premier League (32 gol, battuto il record di Alan Shearer) e dall’aver trascinato il Liverpool fino alla finale di Champions. L’infortunio rimediato però in questo match ha impedito di giocare ai Reds la partita che Klopp avrebbe voluto, inoltre ha condizionato anche le prestazioni dell’egiziano durante il Mondiale russo. Salah si può però consolare con la vittoria del Premio Puskás, per il gol più bello della stagione.

Terminiamo sempre con lui, Cristiano Ronaldo Dos Santos Aveiro. Il portoghese, da poco sbarcato in Italia a Torino sta trovando la sua dimensione anche con la maglia della Juve, ma forse per la prima volta negli ultimi anni parte molto svantaggiato nella corsa al Pallone d’Oro. Stagione comunque sui suoi livelli realizzativi, 26 gol in 27 partite di Liga BBVA, 15 in 13 di Champions, 4 in 4 al Mondiale, tra cui la splendida tripletta alla Spagna. L’anonima prestazione in finale di Champions contro il Liverpool e la partenza da Madrid sembrerebbero però tagliare fuori CR7 dalla lotta per la vittoria, anche se guai a dare per morto il portoghese.

 

 

E secondo voi chi sarà a trionfare alla fine, uno tra questi cinque top player oppure un possibile outsider? Ma soprattutto, l’assenza di Messi dai favoriti segna il definitivo declino del fuoriclasse argentino?