Settimo posto

Corsa al settimo posto

Calcio contemporaneo Stagione 2018/2019

Il campionato è alle porte, il 26 Luglio ci sarà il sorteggio del calendario, il calciomercato è in pieno tormento.

Juventus, Napoli, Roma e la nuova Inter si contendono lo scudetto già a partire dagli acquisti, tramite i quali la Vecchia Signora con il “colpo del secolo” parte come favorita, ancora una volta, per la vittoria finale, aspirando ad uno storico triplete, mentre le altre tre stanno puntellando diversi ruoli con degli innesti mirati.

Lazio e Milan partono come outsider, come inseguitrici delle grandi, e, sulla carta, il loro approdo almeno in Europa League sembra  scontato.

Nel caso in cui una delle prime sei classificate a fine stagione vincesse la Coppa Italia, si liberebbe un posto in Europa League, e così la possibilità per la settima classificata di approdarvici.

Quali sono le squadre protagoniste di questa lotta per tornare tra le grandi?

 

 

L’Atalanta, vincitrice uscente di questa speciale classifica, la Fiorentina, che vuole tornare tra le 7 sorelle e riprendersi il posto che per tanto tempo le è stato rubato, la Sampdoria e il Torino, che vogliono poter dire la loro dopo anni trascorsi senza infamia e senza lode.

L’Atalanta è una squadra prontissima e preparatissima, grande scuola di giovani, grande allenatore, grande società. 3 anni fa hanno avviato un progetto ambizioso, riuscendo a portarlo sulla strada giusta. Parlando della squadra, il mix ideale di giovani e esperti; partendo dai vari Masiello, Ilicic, il neo acquisto Zapata e capitan Papu Gomez, arrivando a Mancini, Freuler e Barrow. Unico ruolo debole è l’esterno sinistro, dove è appena stato ceduto Spinazzola alla Juventus, posto ereditato da Gosens e Reca, nuovo acquisto, molto promettenti ma non ancora all’altezza. Un profilo adatto per fare il tornante a sinistra potrebbe essere Christian Fuchs, 32enne del Leicester City, cartellino con un valore di 5 milioni di euro.

La Fiorentina arriva da un anno di transizione dopo la rifondazione targata Pioli, dove è stato ottenuto un buon ottavo posto. Adesso servono conferme, il gruppo è molto forte, occorrono rinforzi di qualità ed esperienza, considerando anche che è la squadra più giovane del campionato (24,2 anni di età media, dato riferito alla stagione 2017/2018). Il ruolo debole è principalmente quello di ala sinistra, ruolo attualmente occupato dal talentuosissimo Eysseric, che però pecca molto in velocità, e dal giovane Sottil, che ha troppa poca esperienza. Il profilo giusto è per quel ruolo potrebbe rivelarsi quello di Stephane El Shaarawy, che potrebbe riaccendere la tifoseria e portare molta qualità, il cartellino è di 20 milioni.

La Sampdoria, rappresentata dalla figura di Ferrero, figura divisiva, che ha portato molto entusiasmo, ma è stato anche molto criticato dai tifosi. La squadra è inesperta, non ha un grande equilibrio ma ha grande qualità, servirebbero un paio di giocatori che mister Giampaolo potrebbe inserire a perfezione nel suo 4 3 1 2. Serve un gran difensore centrale molto esperto ed un regista che possa rimpiazzare Torreira, andato all’Arsenal per 30 milioni. Come difensore sarebbe molto adatto Mateo  Musacchio, arrivato a Milano per giocare titolare, ma poi chiuso da Bonucci e Romagnoli, il prezzo del cartellino è di 12,5 milioni di euro. In mezzo al campo sarebbe adatta una doppia mossa a parametro zero, il primo nome adatto potrebbe essere quello di Montolivo, grande esperienza, in rotta con il Milan, nemmeno convocato per la tourneè americana,  il secondo potrebbe essere Badelj, uscito dalla Fiorentina per sfide più importanti, ma la Sampdoria ha grandi ambizioni, con un buon compenso economico si potrebbe convincere.

Il Torino, la squadra di mister Mazzarri vuole rinascere, e il Patron Petrarchi farà di tutto per accontentarlo. La squadra è pronta, serve solo qualche ritocco in difesa. Mancano un paio di giocatori dinamici, come quarto difensore potrebbe essere adatto Nuytinck dell’Udinese, autore di una prima grande stagione in serie A, ed il costo è contenuto, circa 3 milioni di euro. Il secondo innesto, decisamente più di rilievo, potrebbe essere Kamil Glik, un ritorno di grande livello, il cartellino è di 18 milioni di euro.

 

 

Detto ciò, la favorita a mio avviso è la Fiorentina. Insieme all’Atalanta sono ancora un gradino sopra le altre due. La differenza sta nelle motivazioni e negli impegni. L’Atalanta deve disputare anche l’Europa League e mister Gasperini non vuole trascurarla. La Fiorentina ha voglia di rivalsa e il gruppo è convinto del progetto, ce la possono fare.

 

 

Tutte le cifre relative ai valori economici dei calciatori sono riportate dal sito specializzato Transfermarkt.