Juventus Napoli

Fonte immagine: Hanson K Joseph, via Wikimedia Commons | CC BY-SA 4.0 International

Le 10 migliori partite tra Juventus e Napoli dal 2000 ad oggi

Calcio Italiano Le Sfide PSS Slider


Napoli-Juventus 1-3 (11/01/2015)

Nella serata del ricordo del mitico Pino Daniele – scomparso una settimana prima della gara –, iniziata in un’atmosfera da brividi, con gli oltre 50.000 del San Paolo a cantare la meravigliosa ‘Napule è‘, una Juventus capolista ma con il fiato della Roma sul collo vince lo scontro diretto con il Napoli e allunga sui giallorossi, che erano stati fermati sul pareggio nel Derby con la Lazio. L’emozione del pre-partita lascia spazio al calore, e in un’atmosfera rovente la gara viene sbloccata al 29′ dal solito, stupendo gol al volo di Paul Pogba, alla sua terza rete – tutte bellissime – contro gli azzurri. Nel secondo tempo pareggia i conti Britos sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma la Juventus torna avanti con un altro uruguayo, Martín Cáceres – che sarebbe uscito subito dopo la punizione di Pirlo dalla quale è nato il suo gol, ma che grazie a quest’ultimo ha rinviato di 10 minuti la fine della sua gara. Nel recupero succede di tutto: una leggerezza di Ogbonna permette a Mertens di lanciare Duván Zapata solo davanti a Buffon, il colombiano però si allunga il pallone e simula un contatto con il portiere, venendo ammonito; Gonzalo Higuaín riesce a crearsi un’occasione da gol nascondendo il pallone a Bonucci con una magia, ma un intervento miracoloso di Chiellini devia la palla in corner; dagli sviluppi del calcio d’angolo un’incornata in anticipo dello stesso Chiellini – munito per l’occasione del suo classico turbante – permette l’inizio di un contropiede perfettamente orchestrato da Tévez, Vidal e Morata, concluso con un magnifico sinistro del cileno all’incrocio, che al 94′ chiude definitivamente i giochi.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter