Maier anatra

Quando Sepp Maier cercò di catturare un’anatra

Aneddoti Curiosità e aneddoti

Sepp Maier è uno dei più grandi portieri della storia del calcio tedesco. Il suo senso del piazzamento, i suoi riflessi felini, nonché il suo modo di giocare “roccioso” e allo stesso tempo dinamico, lo hanno consacrato alla storia con il soprannome di “Die Katze von Anzing”, oltre che essere stato dotato di una personalità molto estroversa, eccentrica e carismatica, che gli permise di giocare ben 422 partite consecutive in Bundesliga, prima che un serio infortunio dovuto ad un incidente stradale ponesse fine alla sua carriera.

Ha inoltre costituito, dal 1964 al 1977, la “triade” storica con Franz Beckenbauer e Gerd Müller, della piccola ossatura della Germania Ovest e del Bayern Monaco, vincendo insieme ai due compagni quattro Campionati, quattro Coppe di Germania, una Coppa delle Coppe, tre Coppe dei Campioni consecutive, una Coppa Intercontinentale, un Mondiale ed un Europeo.

 

 

L’intento di questo articolo non è tanto quello di raccontare la sua carriera, tanto quello di tramandare alle generazioni odierne una vicenda curiosa avvenuta durante un Bayern Monaco vs Bochum della stagione 1975-1976.

È il 15 maggio 1976, siamo alla trentunesima giornata di Bundesliga, il Bayern Monaco è campione d’Europa in carica (tre giorni prima aveva vinto la terza Coppa dei Campioni di fila contro il Saint Etienne) sfida in casa il Bochum, anche se si trova ben lontano dalla lotta per il titolo che ormai è in pugno ai rivali del Borussia Mönchengladbach per il secondo anno di fila. La partita è nel pieno del suo svolgimento, quando Sepp Maier nota un’anatra fuori dal campo.

Il suo carattere estroverso ed esuberante non resiste a tale tentazione, esce quindi letteralmente dal campo, dandosi alla caccia del volatile che è capitato per caso nel campo, durante i momenti morti della partita, disinteressandosi di fatto della partita fino a quando non avrà catturato quella maledetta anatra.

La partita intanto prosegue, con il Bayern Monaco che vince 4 a 0 senza grandi difficoltà, risultato nel quale figura, tanto per cambiare, una doppietta di Müller (al diciottesimo gol in 19 partite in quella stagione di Bundesliga, sarebbe arrivato a quota 23 gol in 22 partite, tanto per restare nelle sue medie tipiche). Gli altri gol sono segnati da Beckenbauer e Künkel.

Una partita che si rivela di ordinaria amministrazione per il Bayern Monaco, mentre Maier cerca la più folle delle “prese” ai danni dell’anatra. La porta resta ben presieduta da Hansen, Beckenbauer, Schwarzenbeck e Weiß nei momenti in cui Maier si allontana dal campo per inseguire il volatile.

Che destino avrà quell’anatra? Ebbene, Maier non riuscirà a catturarla, e questa parata tentata rimane sicuramente la più folle e goliardica, ma che lo consegna ulteriormente al mito di “Die Katze von Anzing”.

E poi chissà, un’eventuale cattura del volatile avrebbe garantito una cena prelibata al Bayern Monaco, tanto per festeggiare l’ennesimo trionfo in Coppa dei Campioni…