Bendtner Juve

Quella volta che Bendtner chiese la 10 di Del Piero

Aneddoti Curiosità e aneddoti Importanti

Estate 2012, per la prima volta dal 1995, il numero 10 sulla maglia della Juventus non aveva sopra di sè la scritta “Del Piero”. Lo storico capitano bianconero lasciava un’eredità non da poco, dal giorno in cui ha lasciato la Juve quel numero pesava di più, e per portarlo sulle spalle vi era la necessità di uno spiccato carisma.

Tante furono le opzioni pensate, soprattutto dai tifosi e dai media: partendo da Marchisio, juventino doc, passando per svariati possibili acquisti di mercato, finendo addirittura con Buffon, già ereditiero della fascia da capitano. Come tutti sappiamo, nessuna di queste si realizzò, la maglia numero  10 bianconera restò inutilizzata per una stagione, per poi essere indossata da Carlos Tévez, nell’annata successiva.

Quello che però vogliamo raccontarvi oggi è un episodio avvenuto il 31 Agosto 2012, durante l’ultimo giorno di mercato: la Juventus acquista dall’Arsenal Nicklas Bendtner, roccioso centravanti danese, e quest’ultimo, non si sa se prima o dopo aver firmato il contratto che lo legava alla Vecchia Signora, chiese la, tanto preziosa e oggetto di discussioni, maglia numero 10, dimostrando non poca personalità. La società torinese rispose picche, Bendtner prese la 17, maglia comunque pesante, portata in passato da Trezeguet, ma non ebbe la possibilità di essere il primo ad ereditare la pesantissima 10 di Alessandro Del Piero, e, essendo a conoscenza delle non proprio memorabili prestazioni del danese con la Juventus, possiamo dire sia stata una scelta corretta.

 

 

È dunque stata un’ipotesi durata pochissimo, ma a distanza di anni è bello ricordare questa richiesta effettuata da Nicklas Bendtner, il quasi erede di Alessandro Del Piero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *