Top 11 Ancelotti

Fonte immagine: Светлана Бекетова, via Wikimedia Commons | CC BY-SA 3.0 Unported

La Top 11 allenata da Carlo Ancelotti

Curiosità Slider


Zlatan Ibrahimović

Niente Didier Drogba, niente Cristiano Ronaldo, niente Robert Lewandowski: Carletto Ancelotti nella meravigliosa coppia d’attacco della sua Top 11 inserisce Zlatan Ibrahimović. E non lo si può certo biasimare, perché Ibra è stato nell’ultimo ventennio uno dei migliori attaccanti della Terra. Fisicità straripante, tecnica individuale impareggiabile, senso del gol implacabile, potenza e precisione di tiro strabilianti. Insomma l’identikit del numero 9 perfetto, per uno Zlatan Ibrahimović che ha incontrato Carlo Ancelotti scollinati i 30 anni, precisamente nell’estate del 2012, quando si è trasferito al Paris Saint-Germain. Il PSG che dall’arrivo dello svedese ha cominciato a inanellare vittorie su vittorie in territorio nazionale. Monsieur Carletto, nell’unica stagione parigina in cui ha potuto sfoderare l’arma letale Ibrahimović – prima di intraprendere una nuova tappa della sua carriera da allenatore al Real Madrid – ha ottenuto due trofei: la Ligue 1 e la Supercoppa francese. E Ibra ha ripagato la stima e la fiducia totale ricevuta da Ancelotti, troneggiando contro tutte le difese di Francia e marcando la modica cifra, si fa per dire, di 30 gol in campionato.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter