Edu Vargas

La sindrome di Edu Vargas

«Gooooool! Universidad de Chile Romantico Viajero! El fenómeno, el fenómeno Eduardo Vargas!», grida il telecronista di Chilevisión. Non sono passati neanche tre minuti e il suddetto fenómeno ha già sbloccato la finale di ritorno di Copa Sudamericana e sta praticamente consegnando agli Azules il loro primo trofeo internazionale. Nella squadra leggendaria che quell’Universidad è – […]

Continua a leggere
Grecia 2004

Grecia 2004, il miracolo di Rehhagel

Il 12 ottobre 1999, dopo una riunione ad Aquisgrana, l’UEFA assegnò al Portogallo – il quale vinse la concorrenza della Spagna – l’organizzazione del campionato europeo del 2004. Alla vigilia del torneo i lusitani erano i favoriti assoluti, potendo contare su una generazione di fenomeni – Rui Costa, Figo, Deco e un giovane Cristiano Ronaldo, […]

Continua a leggere
Thiago

Thiago Alcántara, el Mago

«O Thiago o niente». Pep Guardiola è da poco diventato l’allenatore del Bayern Monaco, i tedeschi hanno appena concluso una stagione straordinaria, vincendo Champions League, coppa nazionale e campionato sotto la guida di Jupp Heynckes. L’allenatore spagnolo ha le idee chiare: la squadra non ha bisogno di stravolgimenti, la qualità è tanta ed è fiducioso che, […]

Continua a leggere
Higuaín

Gonzalo Higuaín, fragilità e cattiveria

Fragilità e cattiveria. Sono probabilmente queste le parole che descrivono in maniera migliore Gonzalo Higuaín, più di qualsiasi caratteristica tecnica calcistica, i suoi più grandi pregi e difetti psicologici. Figlio d’arte di Jorge Pipa Higuaín, da cui riprende il soprannome, Pipita, Gonzalo è un lottatore: ha una cattiveria particolare, non è la cattiveria da strada dell’Apache Tévez, ma […]

Continua a leggere