giocatori neopromosse

Sette giocatori delle neopromosse da tenere d’occhio

AAo Analisi Slider

Sta per iniziare la stagione 2021/2022 di Serie A, e come ogni anno non vediamo l’ora che i nostri campioni preferiti tornino a sfidarsi sui campi di tutta Italia. Ci sono però anche dei volti nuovi, i cui nomi sono magari poco conosciuti, ma dai quali è lecito aspettarsi tanto dato che hanno trascinato le loro squadre verso la promozione nella massima serie, stiamo ovviamente parlando dei giocatori delle neopromosse. Vediamo quali sono i calciatori più promettenti di Empoli, Salernitana e Venezia, che potrebbero anche rappresentare delle ottime scommesse a basso costo al Fantacalcio.


Giocatori delle neopromosse da tenere d’occhio – Empoli
Nedim Bajrami

Negli ultimi anni il ruolo del trequartista ha perso la gloria che aveva nel passato, almeno in Italia: sono sempre meno le squadre del nostro campionato che prevedono questo tipo di giocatore all’interno della loro formazione. È per questo che Bajrami, albanese con cittadinanza svizzera classe 1999, desta parecchia curiosità e potrebbe trovare terreno fertile in un campionato di squadre non abituate a difendersi contro questo tipo di giocatore. Parliamo però di un trequartista moderno, in grado sia di dare una mano a centrocampo che di inserirsi in area di rigore. A Dionisi, al quale si deve la sua consacrazione, è da poco subentrato Aurelio Andreazzoli, che con ogni probabilità continuerà il progetto del suo predecessore utilizzando lo stesso modulo, permettendo a Bajrami di misurarsi con la Serie A. Ha già avuto un assaggio di cosa significa giocare su un campo difficile, sebbene senza pubblico a causa della pandemia, e la prestazione è stata memorabile: nell’ottavo di finale di Coppa Italia contro il Napoli, Bajrami ha messo a segno una doppietta allo Stadio Diego Armando Maradona – senza però evitare la sconfitta dell’Empoli –, che rischia di essere solo il primo acuto di una carriera molto interessante.

Fabiano Parisi

Ha solo 20 anni, ma di chilometri sulla fascia sinistra questo ragazzo ne ha macinati davvero moltissimi, tanto da meritarsi il soprannome altisonante di ‘pendolino di Serino‘ – il paese della provincia di Avellino in cui è cresciuto. Dionisi lo ha spesso preferito a un altro talento, Aleksa Terzić – scuola Fiorentina – per le sue enormi capacità di spinta, anche se deve ancora perfezionare i suoi cross. Si tratta comunque di un terzino fluidificante che può avere grande futuro in Serie A. Non stupisce, quindi, che il nome di questo classe 2000 sia stato accostato a qualche big – Napoli su tutte.

Samuele Ricci

Vedendolo giocare e dominare in mezzo al campo, si fa davvero fatica a pensare che questo ragazzo sia nato nel 2001. Possiede grandi capacità di palleggio e visione di gioco, qualità che lo rendono un ottimo regista. Le doti da play, però, non sono le uniche nel bagaglio del toscano: durante la scorsa stagione, Alessio Dionisi lo ha impiegato come mezzala destra, permettendogli di esplorare anche delle zone più vicine alla porta avversaria, tanto che nel corso del campionato ha trovato i primi due gol da professionista, oltre a quattro assist. Si tratta quindi di un centrocampista polivalente e già completo, pur non avendo ancora compiuto 20 anni.


Giocatori delle neopromosse da tenere d’occhio – Salernitana
Luka Bogdan

Nessuno si sarebbe aspettato una stagione del genere da parte di questo difensore croato classe 1996, soprattutto dopo la retrocessione con il Livorno dell’anno precedente. Con Castori non soltanto ha trovato sicurezza nei propri mezzi, ma è anche diventato letale nell’area avversaria: 4 gol in 20 presenze sono uno score di tutto rispetto per un difensore centrale, che adesso, a 25 anni compiuti, si affaccia per la prima volta al massimo campionato italiano voglioso di fare bene.

Mamadou Coulibaly

Questo centrocampista di proprietà dell’Udinese è arrivato a Salerno nel gennaio del 2021, e ha conquistato in pochissimo tempo il posto da titolare. Dopo l’esordio da dimenticare nella disfatta di Empoli (5-0), il mediano senegalese ha regalato prestazioni di spessore e conferito equilibrio alla squadra di Castori, permettendole di trovare lo slancio decisivo verso la promozione. Il prestito è stato così rinnovato per un altro anno e ora il classe 1999 avrà l’opportunità di misurarsi con la Serie A in un sistema che già conosce.


Giocatori delle neopromosse da tenere d’occhio – Venezia
Mattia Aramu

Classe 1995, con i suoi 26 anni il numero 10 del Venezia è il giocatore più “vecchio” di quelli considerati. Si tratta di un mancino che gioca a destra e già questo ci fa capire quanto sia un giocatore peculiare, che tende ad entrare al centro dell’area dopo aver ricevuto il pallone. Può essere impiegato anche sulla trequarti e questo permette a mister Zanetti di variare lo spartito anche a gara in corso. È particolarmente abile nei calci piazzati: è un ottimo rigorista e anche con i calci di punizione è spesso una sentenza. I portieri della Serie A sono avvisati. Il suo gol più bello resta però la rovesciata messa a segno contro l’Ascoli.

Dennis Johnsen

Dennis Tørset Johnsen è un ragazzo norvegese classe 1998 alto 185 cm. A prima vista, potrebbe sembrare un attaccante di sfondamento o persino un difensore centrale, invece si tratta di un’ala sinistra che abbina una grande tecnica ad una discreta capacità di corsa – considerando il fisico. Ha segnato 7 gol in stagione, di cui uno pesantissimo – nei play-off contro il Chievo – e un altro contro una vittima illustre – il Verona di Jurić, in Coppa Italia –, diventando in poco tempo un idolo dei tifosi del Venezia, che lo hanno soprannominato Magic Johnsen, con chiaro riferimento all’ex cestista dei Los Angeles Lakers.



Leggi anche: Gli acquisti più costosi della storia di ogni squadra di Serie A



Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter