infortuni calcio

I 10 infortuni più assurdi della storia del calcio

Curiosità Slider

Gli infortuni, nel calcio, soprattutto in quello moderno, colmo di allenamenti e partite a breve distanza, sono molto diffusi e avvengono spesso durante la preparazione dei match o a gara in corso. Ci sono altri tipi di infortuni, invece, non legati alle prestazioni sportive, che hanno dell’assurdo. Ne abbiamo selezionati 10, quelli che reputiamo i più strani e divertenti.

 

Carlos Tévez

Estate 2009, l’Apache ha appena cambiato sponda di Manchester, passando dai Red Devils ai Citizens, ed è durante il tour sudafricano che scivolando in bagno diede un forte calcio al lavandino, procurandosi un infortunio alla caviglia.

 

Marco Asensio

Settembre 2017, lo spagnolo saltò una partita di Champions League a causa di una depilazione andata male, un pelo della gamba si era infatti infettato impedendogli di correre senza fastidio.

 

Gary Medel

Ottobre 2015, il cileno, all’epoca giocatore dell’Inter, saltò due allenamenti con la sua nazionale per un’intossicazione alimentare, il mediano aveva fatto il giorno prima un’abbuffata di cozze. Non saltò però la partita contro il Perù, che giocò e nella quale fece autogol, probabilmente ancora appesantito dai frutti di mare.

 

Sébastien Frey

Era il 2001, il francese giocava nell’Inter e durante le sue vacanze estive si tuffò in una piscina, tutto normale fin qui direte, il problema è che la piscina fosse semivuota, e provocò un trauma cranico al portiere.

 

Philippe Mexès

Novembre 2013, il difensore allora del Milan venne messo KO da una lampada abbronzante, che gli procurò un’infiammazione ad un occhio e lo costrinse a saltare due partite.

 

Antonio Chimenti

22 marzo 2010, dopo la sconfitta contro la Sampdoria per 1-0 e l’errore sul gol subito da Cassano, il portiere della Juventus diede un pugno al tavolo dello spogliatoio per sfogare la sua rabbia, fratturandosi il quinto metacarpo.

 

Alessandro Nesta

Ottobre 2005, il difensore milanista fu operato ad una mano, a seguito della rottura del tendine del pollice sinistro, che gli precluse un mese di campionato. Il motivo? Nesta era abituato a dedicarsi, durante i ritiri, a lunghissime sessioni di PlayStation, evidentemente, in quel caso, troppo lunghe.

 

Younousse Sankharé

Febbario 2019, dopo un trapianto di barba andato male, il centrocampista del Bordeaux fu costretto a restare ai box per circa un mese, saltando diverse gare del campionato francese.

 

Gonzalo Higuaín

Estate 2013, appena arrivato al Napoli l’attaccante argentino ebbe un incidente a Capri, un tuffo dalla barca non ebbe l’atterraggio voluto, il pipita finì su uno scoglio, causandosi due tagli e 8 punti di sutura.

 

Kevin-Prince Boateng

Gennaio 2012, l’allora centrocampista rossonero ebbe diversi problemi fisici, causati, a detta della sua fidanzata Melissa Satta, dal suo forcing sotto le lenzuola, la showgirl ha parlato infatti di medie rendimento alte fuori dal campo, “dalle sette alle dieci volte a settimana”, e come non biasimare il ghanese.

 

 

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter