giocatori Mondiali

Dieci leggende che hanno solo sfiorato il Mondiale

Curiosità Slider

I trofei non sono tutto nel calcio, ma le vittorie spesso rappresentano il coronamento di un sogno, soprattutto se la competizione conquistata è quella da sempre più ambita: il Mondiale. Nella quasi centenaria storia di questa Coppa, i fenomeni che non sono mai riusciti a vincerla sono davvero tantissimi. In questo articolo abbiamo selezionato dieci leggende che sono arrivate molto vicine al tetto del mondo, ovvero giocatori che hanno almeno conquistato il bronzo in un’edizione dei Mondiali, ma che alla fine si sono dovute arrendere agli avversari.


Ferenc Puskás

Tra i giocatori più forti che non sono riusciti a vincere i Mondiali non può assolutamente mancare Ferenc Puskás. Il fenomeno magiaro, oltre ad aver vinto tre Coppe dei Campioni con la maglia del Real Madrid, è stato il simbolo assoluto e il trascinatore della generazione d’oro ungherese, quella dell’Aranycsapat.

Dopo aver vinto le Olimpiadi del 1952 e la Coppa Internazionale – antenata degli Europei – nel 1948 e 1953, la Grande Ungheria si presenta ai Mondiali di Svizzera 1954 con i gradi di favorita assoluta. Il percorso è da schiacciasassi, nei turni ad eliminazione diretta ha la meglio sulle ultime due finaliste mondiali Uruguay e Brasile, servendo loro quattro gol per partita, ma viene incredibilmente fermata in finale dalla Germania, la stessa squadra che ai gironi aveva battuto con un secco 8-3. Puskás gioca quella gara in condizioni precarie a causa di un terribile fallo subito proprio nella prima partita contro i tedeschi, ma nonostante questo segna una rete e un’altra regolare gli viene annullata. Con quella finale controversa, tra i mille rimpianti, termina l’epopea del calcio ungherese.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter