top 11 FIFA

La Top 11 di FIFA più forte di sempre

Curiosità Importanti Slider

Dal 1994 FIFA, insieme a PES e FM, accompagna i videogiocatori appassionati di calcio di tutto il mondo, migliaia e migliaia di avatar dei giocatori vengono creati ogni anno per essere inseriti nel gioco, ma qual è la top 11 di FIFA più forte di sempre?

Premessa: sono state valutate le versioni base, quindi escluse tutte le versioni potenziate o le leggende/icone presenti all’interno della modalità Ultimate Team, inoltre la formazione non presenta gli effettivi 11 più forti ma ci siamo basati sulle posizioni in campo, anche se in maniera molto approssimata.


Top 11 FIFA: Gianluigi Buffon, 97 

In porta troviamo subito un italiano, direttamente dall’edizione del 2005, Gigi Buffon, per lui 97 di overall.

Il portierone della nazionale azzurra – uno degli estremi difensori più forti della storia del calcio – veniva da un’annata straordinaria con la Juve, culminata con tantissimi premi individuali: miglior portiere del 2004 secondo l’IFFHS, presente nella migliore squadra UEFA dell’annata ed entrò nel club del FIFA 100. Eccezionale tra i pali, fortissimo nelle uscite e affidabile con i piedi, Buffon era ed è stato per diversi anni il portiere più completo in giro per il mondo.

top 11 FIFA


Top 11 FIFA: Lilian Thuram, 92 

Primo componente della difesa, altro ex Juve, sempre dall’edizione del 2005, Lilian Thuram, per lui un 92 di overall.

All’epoca il difensore transalpino era compagno di Buffon e faceva parte della granitica difesa juventina. Thuram poteva giocare sia centrale che terzino destro e con la Francia ad Euro 2004 non raccolse i frutti sperati, uscendo ai quarti di finale contro la Grecia poi vincitrice. Ma il roccioso francese era puntuale negli interventi difensivi, rapido negli anticipi e con una falcata prorompente che nel 2004 gli consentì di essere inserito nella lista FIFA 100.


Top 11 FIFA: Fernando Hierro, 94

Il primo centrale di difesa è Fernando Hierro, ex storico calciatore del Real Madrid, proveniente dall’edizione del 2002, nella quale ha un 94 di valore.

Valore altissimo per il leggendario capitano del Real Madrid, ma gli ideatori di Fifa ne avevano ben donde nell’affidare al centrale mancino spagnolo un rating complessivo così paradisiaco. Hierro infatti era la colonna e il leader della retroguardia dei castigliani che conquistarono la Champions League nel 2000, in finale contro il Valencia, e nel 2002, in finale contro il Bayer Leverkusen. Oltre a tutto questo il capitano delle Merengues ha segnato più di 100 gol in maglia Real, numeri fantascientifici per un difensore.


Top 11 FIFA: Alessandro Nesta, 94 

Altro giocatore proveniente dal campionato italiano, altro giocatore proveniente da FIFA 05, Alessandro Nesta, difensore italiano simbolo di Lazio e Milan.

Il numero 13 della nazionale italiana ha rappresentato una sorta di modello del centrale di difesa perfetto. Fisicità, velocità non indifferente, ma soprattutto eleganza e pulizia tecnica difensiva caratterizzavano le prestazioni di Nesta, che nel 2003 alzò la Champions League con la maglia del Milan e nel 2004 lo Scudetto, essendo un architrave della stessa formazione rossonera che nel 2005 fu però vittima dell’incredibile sconfitta nella finale della Coppa dei Campioni di Istanbul contro il Liverpool.

top 11 FIFA


Top 11 FIFA: Roberto Carlos, 94 

Completiamo la difesa con Roberto Carlos, leggenda brasiliana e del Real Madrid, ancora dall’edizione 2005, nella quale evidentemente non si sono limitati con gli overall.

Roberto Carlos è entrato nella storia del calcio per le sue pazzesche punizioni d’esterno sinistro che hanno trafitto decine e decine di portieri. Nella stagione 2003/2004 il terzino sinistro verdeoro aveva siglato 9 reti in maglia Merengues. Nell’anno precedente, il 2002, vinse persino la Champions con il Real ed il Mondiale con il Brasile, venendo nominato nel 2002 e nel 2003 tra i migliori difensori e nella squadra dell’anno della UEFA.

top 11 FIFA



Top 11 FIFA: Zinédine Zidane, 96

Iniziamo questo utopico centrocampo da Zidane, secondo francese della formazione, storico giocatore di Juve e soprattutto Real Madrid. L’edizione non ve la diciamo nemmeno, tanto già la sapete.

Compagno di Roberto Carlos nel Real Madrid, Zidane non ha bisogno di presentazioni. Zizou è stato uno dei fruitori del gioco più belli da vedere, una sorta di inno alla bellezza per come trattava la palla, per i dribbling, per la superiorità tecnica rispetto a tantissimi suoi pari ruolo. Il 10 francese nell’annata antecedente a FIFA 2005, venne registrato tra i FIFA 100 e nel 2003 s’impossessò per la terza volta del FIFA World Player.

top 11 FIFA


Top 11 FIFA: Matteo Brighi, 97 

Sì, avete letto bene, Matteo Brighi, insieme al giocatore che segue, è il centrocampista più forte della storia di questo videogioco. FIFA 03, 97 di rating, alcol test alle stelle.

Senz’ombra di dubbio il “bug” più assurdo nella valutazione complessiva affidata dall’EA Sports ad un singolo giocatore. Brighi nella stagione 2001/2002, quella che ha anticipato l’uscita di Fifa 2003, era di proprietà della Juventus e militava in prestito nel Bologna, dove venne insignito del premio Miglior giovane della Serie A. Per noi troppo poco per assegnarli un 97 di rating generale, considerando poi le discrete, ma di certo non eccelse, qualità tecnico-fisiche del centrocampista centrale.

top 11 FIFA


Top 11 FIFA: Luís Figo, 97

Ultimo centrocampista, altro giocatore offensivo, Figo, fuoriclasse portoghese che ha fatto vedere il meglio di sé al Barcellona, al Real Madrid e all’Inter. L’edizione è quella del 2002.

Sbarcato alle Merengues nel 2000, Figo nello stesso anno ha vinto il Pallone d’Oro e ha mostrato al palcoscenico planetario di avere in faretra una classe cristallina invidiabile. Nel 2001 il memorabile numero 7 conquistò il premio del FIFA World Player, oltre alla Liga e alla Supercoppa spagnola con il Real Madrid. Solo pochi interpreti al mondo potevano gareggiare con il lusitano in quanto a tecnica e padronanza del pallone.


Top 11 FIFA: Ronaldo, 98

Non poteva mancare il fenomeno, che ha fatto la storia principalmente con Real Madrid e Inter, con il suo 98 dell’edizione 2004, è il giocatore più forte di sempre di FIFA.

Tra la fine degli anni ’90 e i primi anni 2000 il numero 9 brasiliano era gioia pura da vedere sui prati calcistici, una sorta di bignami del pallone condensato in velocità e accelerazioni supersoniche, senso del gol pauroso e visione di gioco celestiale. Nell’annata 2002/2003, quella in cui passò al Real Madrid dall’Inter e che gli ha permesso di divenire il giocatore più forte di sempre di FIFA nell’edizione 2004, Ronnie gonfiò la rete 23 volte in Liga e 6 in Champions League. Il 2002 fu inoltre un anno magico per Ronaldo, poiché posò in bacheca il suo secondo Pallone d’Oro – dopo quello del 1997 – e fu il capocannoniere del Mondiale nippo-coreano – segnò 8 gol –in cui trionfò con il Brasile.

top 11 FIFA


Top 11 FIFA: Ruud Van Nistelrooy, 95 

Iniziava a mancarci FIFA 05, ed eccolo tornato con Ruud Van Nistelrooy, attaccante olandese classe ’76, per lui un 95 dall’edizione più presente in questo Dream Team.

Finalizzatore implacabile, l’Orange segnava in ogni modo e aveva una tecnica di tiro implacabile. Van Nisterlooy nel 2003/2004 vestiva la maglia dei Red Devils e collezionò 20 reti in Premier League, 4 in Champions e alzò la FA Cup. Fu inserito nel 2004 nella lista dei FIFA 100 e nelle due annate antecedenti è stato il capocannoniere della Coppa dei Campioni rispettivamente timbrando 10 e 12 segnature.

top 11 FIFA


Top 11 FIFA: Thierry Henry, 97

E non si poteva non chiudere come si è iniziato, ancora FIFA 05, 97 di overall per Thierry Henry, fenomeno francese e bandiera dell’Arsenal.

Ai tempi di FIFA 05 Henry si spartiva il palcoscenico di giocatore migliore del mondo insieme a Ronaldo. Faceva parte, anzi, era l’elemento più completo e forte dell’Arsenal degli Invincibles che nel 2003/2004 si aggiudicò la Premier League senza mai perdere una partita. Titì era letteralmente imprendibile per le difese avversarie, un enigma indecifrabile e in più palesava alcune giocate geniali impossibili soltanto da pensare per gli esseri umani. Nella storica annata dei Gunners, Henry siglò 30 reti in campionato, impossessandosi della Scarpa d’Oro.

top 11 FIFA



Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter